menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pugni, minacce e "agguati" di notte: le rapine dei baby banditi seriali, hanno 15 e 16 anni

In manette due ragazzini: sono stati portati in comunità. Almeno tre rapine in tre mesi

Piccoli e spietati. Due ragazzini di 15 e 16 anni, entrambi italiani, sono stati arrestati mercoledì dai carabinieri di San Giuliano Milanese in esecuzione di un'ordinanza firmata dal Gip di Milano perché accusati di aver compiuto tre rapine il 21 luglio, 27 luglio e 8 agosto scorsi. I baby banditi, che sono stati portati in comunità, avrebbero agito sempre insieme e sempre a San Giuliano, colpendo in due occasioni prima dell'ingresso a scuola e in un caso di notte. 

Il copione, fatto di violenza e minacce, era sempre lo stesso. Una delle vittime era stata avvicinata con la scusa di una telefonata prima che i due sequestrassero il suo telefono al grido di: "Non hai capito niente, adesso il telefono non te lo ridiamo, dacci i soldi". Un loro coetaneo era invece stato bloccato mentre era in bici ed era stato colpito con un pugno in pieno volto: a quel punto i due, mentre lui era a terra, gli avevano portato via proprio la bicicletta e lo zaino con libri e quaderni di scuola. Il terzo blitz era avvenuto nel cuore della notte, in una strada di campagna. Lì a finire nel mirino dei ragazzini era stato un 19enne, a cui i due avevano portato via uno smartwatch e il cellulare, giurandogli poi di buttarlo in un canale se non avesse pagato per riavere tutto indietro. 

Il lavoro dei militari, guidati dal capitano Luca Ciravegna, è partito proprio dalle denunce immediatamente presentate dalle vittime. I carabinieri sono poi arrivati al 15enne e al 16enne grazie al tradizionale lavoro d'indagine e all'analisi minuziosa delle immagini registrate da alcune telecamere durante i colpi. Una volta dato un nome e un volto ai baby rapinatori, è arrivata la richiesta alla procura e il via libera del giudice. Per i due - che vengono da famiglie umili ma senza nessuna situazione di disagio particolare - si sono aperte le porte della comunità. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento