menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arresto dopo l'inseguimento

L'arresto dopo l'inseguimento

Il pusher con la macchina a noleggio arrestato a Milano dopo un inseguimento

L'inseguimento martedì sera tra via Giambellino e via Inganni. In manette un 27enne

La fuga, la "caccia" all'uomo e la fine della corsa. Un uomo di 26 anni, un cittadino marocchino irregolare in Italia, senza fissa dimora, disoccupato e con precedenti, è stato arrestato martedì sera a Milano con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dopo un inseguimento per le vie della città. 

Video | L'arresto dopo l'inseguimento 

Per lui i guai sono iniziati verso le 22.30 in via Giambellino. Lì, un equipaggio dei carabinieri del Radiomobile ha notato una Golf ferma a bordo strada con due persone a bordo e ha deciso di procedere a un normale controllo. Appena i militari si sono avvicinati per identificare i due, il guidatore - proprio il 26enne - ha premuto il piede sull'acceleratore ed è fuggito. 

A quel punto i carabinieri, intervenuti con numerosi equipaggi, si sono subito messi sulle tracce del fuggitivo e l'inseguimento è terminato in via Inganni - a un paio di chilometri di distanza -, dove la Volkswagen Golf è stata bloccata. 

Il passeggero è risultato "pulito" ed estraneo ai fatti, mentre il 26enne è stato trovato in possesso di 4 grammi di hashish suddivisi in dosi e 510 euro in contanti, che secondo i militari l'uomo aveva guadagnato proprio spacciando durante la serata. La macchina è invece risultata intestata a una società di noleggio ed è stata momentaneamente sequestrata. Il pusher è stato trattenuto per la notte e sarà processato per direttissima. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento