Milano, convalidato l'arresto della 'Dama del Cardinale': possibile estradizione in Vaticano

La procura generale di Milano è pronta a chiedere l'estradizione di Cecilia Marogna. I fatti

Cecilia

La quinta Corte di Appello di Milano ha convalidato l'arresto e disposto il carcere per Cecilia Marogna, la manager coinvolta nell'indagine vaticana sull'ex numero 2 della Segreteria di Stato, il cardinale Angelo Becciu, dopo che la Gdf ha eseguito, tramite Interpol, la misura cautelare firmata dall'autorità giudiziaria della Città del Vaticano.

La convalida è stata decisa dopo aver rilevato la "gravità dei fatti" e "il pericolo di fuga", in quanto la donna si sarebbe "appropriata di fondi della Santa Sede a lei assegnati per fini istituzionali". Venerdì mattina si aprirà sempre a Milano il procedimento relativo all'estradizione.

La procura generale di Milano è pronta a chiedere l'estradizione di Cecilia Marogna, la manager coinvolta nell'indagine vaticana sull'ex numero 2 della Segreteria di Stato, il cardinale Angelo Becciu arrestata su mandato dell'autorità giudiziaria della Città del Vaticano.

Da quanto si è appreso, il sostituto pg Giulio Benedetti è favorevole all'estradizione della donna che è accusata dalla magistratura del Vaticano di appropriazioni indebita aggravata. La sua condotta, in astratto, per la legge italiana porterebbe a configurare anche il reato di autoriciclaggio.

Chi è Cecilia Marogna e cosa fa?

La 39enne manager cagliaritana avrebbe stretto relazioni con la Segreteria di Stato vaticana nel 2016, quando il cardinale Angelo Becciu era Sostituto per gli Affari generali - praticamente il numero tre nella gerarchia vaticana -, accreditandosi come esperta di relazioni diplomatiche e mediatrice nelle crisi internazionali.

In possesso di una lettera firmata da Becciu che la indicava come persona di sua fiducia, quella che la stampa ha già definito la "dama del cardinale" avrebbe beneficiato del denaro in diverse tranche fra il dicembre 2018 e il luglio dello scorso anno sul conto corrente della Logsic, la società slovena, con sede nella capitale Lubiana, di cui risulta amministratrice.

Versamenti tutti con causale "contributo per missione umanitaria". Peraltro, la stessa Logsic si sarebbe rivelata una società fantasma. Il caso Becciu, emanazione dell'inchiesta sull'acquisto da parte della Segreteria di Stato di un immobile di lusso in Sloane Avenue, a Londra, è esploso con la recente udienza-shock in cui il Papa ha privato il 72enne presule sardo della carica di prefetto per le cause dei Santi e dei diritti connessi al cardinalato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento