Arrestato, si "fa mandare" ai domiciliari ma in casa ci sono droga e soldi: arrestato di nuovo

L'incredibile storia di un 43enne, arrestato due volte nel giro di poche ore a Milano. I fatti

Ai carabinieri che lo avevano fermato, forse per evitare che andassero a controllare, aveva detto di non avere una casa. Al giudice, però, certo che così avrebbe evitato il carcere, ha spiegato di avere un'abitazione, un tetto sotto cui stare. E così ha ottenuto gli arresti domiciliari, almeno fino a quando - nel giro di pochissimo - è finito di nuovo in cella. 

Incredibile "record" di un uomo di 43 anni, un cittadino marocchino irregolare in Italia e con precedenti, che è stato arrestato due volte nel giro di poche ore a Milano, sempre con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Per lui la prima volta le manette erano scattato domenica sera, quando aveva cercato di fuggire a un controllo dei carabinieri in zona Rogoredo scappando a piedi da via del Futurismo verso la rampa della tangenziale. Il pusher era stato fermato ed era stato trovato in possesso di 60 grammi di eroina e 910 euro in contanti. Dopo una notte nelle camere di sicurezza, lunedì mattina il 43enne è stato sottoposto all'udienza di convalida dell'arresto: nonostante ai militari avesse detto di non avere un domicilio, l'uomo ha confermato al giudice di avere un appartamento a San Giuliano Milanese e ha così ottenuto gli arresti domiciliari in attesa del processo. 

A quel punto, i carabinieri lo hanno caricato in auto e lo hanno accompagnato verso l'abitazione dove avrebbe dovuto scontare i domiciliari. Durante il viaggio, però, il pusher è apparso via via sempre più nervoso, tanto che gli investigatori hanno deciso di dare un occhio in casa. È bastato pochissimo per trovare 35 grammi di cocaina nascosti in un mobile della camera di letto, un bilancino di precisione, tutto il materiale per confezionare le dosi e 9.030 euro in contanti. Così, a neanche 24 ore dal primo arresto, il 43enne è finito in cella. Un'altra volta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

  • Milano diventa città "smoke free": sigarette all'aperto vietate, si fuma solo in 'luoghi isolati'

Torna su
MilanoToday è in caricamento