menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il bar

Il bar

Pugnali, tirapugni, cocaina e hashish nascosti nel suo bar e a casa: arrestato barista a Milano

È una vecchia conoscenza della polizia. Il suo locale è stato già chiuso dalla questura

Nascondeva la droga da vendere ai suoi clienti tra gli scaffali del bar ma non è bastato ad evitare le manette. La polizia ha arrestato un barista egiziano di 41 anni in via Parea a Ponte Lambro, Milano. Non si tratta della prima volta che l'uomo finisce rinchiuso per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti.

Giovedì pomeriggio poco dopo le 14, gli agenti del Commissariato Mecenate, nel corso di un controllo antidroga sono arrivati al locale tenuto costantemente sotto controllo per via della sua storia recente. Si tratta del Bar Family, a cui era stata sospesa la licenza per 10 giorni a dicembre 2019. Così come a febbraio 2020. A giugno, il titolare aveva terminato l'obbligo di presentazione presso gli uffici della polizia dopo un precedente arresto per spaccio.

Droga Bar Family-2

Lo 'spettacolo' che si sono trovati davanti gli agenti era un po' quello che si aspettavano. All'interno di uno scaldabrioches c'era un bilancino elettronico di precisione e, nel retrobottega dietro a uno specchio, un involucro con un grammo di hashish e numerosi ritagli di buste di plastica di colore azzurro utilizzati per il confezionamento della sostanza stupefacente. Avvolti nello stesso materiale, sono stati trovati due involucri con cocaina - dal peso di un grammo ciascuno - nascosti dietro il cassetto utilizzato per la posa di caffè. Vicino alla cassa sono stati trovati due cellulari, una noccoliera tirapugnii e due coltelli con la lama lunga 8 centimetri.

La perquisizione si sposta anche a casa

Nella perquisizione della cantina di pertinenza del bar, al piano seminterrato di via Parea 19, effettuata con l'ausilio delle unità cinofile dell'Ufficio Prevenzione Generale, sono stati trovati dei bilancini di precisione, un telefono cellulare, cinque sacchetti e involucri con 145 grammi di cocaina, un bicchiere di carta con 51 involucri di cocaina dal perso totale di 25 grammi e un panetto e due pezzi di hashish, per 72 grammi totali.

Polizia, cane antidroga-2

In casa del 41enne, sempre grazie ai cani antidroga, all'interno di un vaso posto sul pianerottolo dell'appartamento, sono state trovate due dosi di cocaina di colore giallo e due azzurre dello stesso peso e nello stesso tipo di confezionamento di quelle già sequestrate al Family. L'uomo è stato quindi arrestato per detenzione ai fini di spaccio droga e denunciato per il possesso abusivo di armi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento