menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Milano, il fiuto dei poliziotti: trovano serra di marijuana attirati dal forte odore d'erba

Arrestato un 32enne, e denunciata una 42enne: sono accusati di detenzione e spaccio di droga

I poliziotti erano nel suo condominio per fare un provvedimento a uno dei residenti sottoposti agli arresti domiciliari ma l'odore intenso di marijuana che provveniva da un appartamento hanno attirato la loro attenzione. Così hanno controllato. Alla fine, un cittadino italiano di 32 anni, incensurato, è stato arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

È accaduto venerdì 15 gennaio, poco prima delle 19 i poliziotti del Commissariato Porta Genova, dopo aver notificato il provvedimento in un'abitazione in via Marostica, si sono insospettiti perché, da un appartamento ubicato nello stesso stabile, proveniva un forte odore di marijuana. 

Gli agenti hanno così provveduto alla perquisizione dell'immobile. Dentro c'era il 32enne che ha riferito di essere ospite della sua compagna, al momento in casa. I poliziotti hanno rinvenuto all'interno di un mobile del soggiorno tre barattoli con 70 grammi di marijuana e, in un'altra stanza, due box serra con lampade a spettro solare, con all'interno 16 piante di marijuana. All'interno di un armadio, inoltre, sono state rinvenute altre quattro piante prive di foglie ma con infiorescenze appese a delle grucce per la fase di essicazione.

Successivamente, quando si è presentata la proprietaria dell'abitazione, nonché compagna dell'arrestato, il 32enne ha riferito agli agenti di essere lui stesso l'artefice della coltivazione della sostanza stupefacente rinvenuta nell'appartamento. La donna, italiana di 42 anni incensurata, è stata denunciata in stato di libertà per lo stesso reato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento