Cronaca Casoretto / Viale Lombardia

Il pusher tradito dal malore del coinquilino e da quell'odore particolare

Nella casa c'era un fortissimo odore di marijuana e per gli agenti è stato facile capire la sua provenienza

Il coinquilino ha un malore per una presunta intossicazione etilica ma quando arrivano i soccorsi con la polizia all'interno della loro abitazione, gli agenti sentono subito l'odore di marijuana e scoprono le piante di cannabis nella sua stanza. Nei guai è finito un pusher italiano di 42 anni.

A "tradire" l'uomo, già noto alle forze dell'ordine, è stato il malore dell'amico. Quando i poliziotti sono arrivati nella loro casa in condivisione in viale Lombardia a Milano, intorno al mezzogiorno di domenica, sono subito stati attirati dal fortissimo odore di "maria" presente nell'appartamento.

Nella stanza del 42enne, in effetti, erano presenti cinque piante, oltre al materiale per il confezionamento dell'erba essiccata. Per lui sono quindi scattate le manette con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio sostanze stupefacente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pusher tradito dal malore del coinquilino e da quell'odore particolare

MilanoToday è in caricamento