rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca San Giuliano Milanese

San Giuliano, egiziano arrestato per truffa: utilizzava documenti contraffatti

Scoperta la truffa di un egiziano senza regolare permesso di soggiorno: utilizzava un conto corrente dell'ufficio postale centrale di San Giuliano Milanese usufruendo di documenti falsi, arrestato in flagranza di reato

arresto-carabinieriUn egiziano di 31 anni, A.M., senza regolare permesso di soggiorno, è stato arrestato sabato mattina in flagranza di reato, per aver usufruito di documenti completamente contraffatti ma aventi numero, nome e cognome dei documenti autentici intestati a un suo connazionale di Abbiategrasso. Il truffatore aveva aperto un conto corrente presso l'ufficio postale centrale di SanGiuliano Milanese utilizzando permesso di soggiorno e carta di identità falsi e si era recato ad uno sportello per richiedere una nuova emissione della sua carta postamat che si era smagnetizzata. Ma l'impiegata dello sportello, dopo aver compiuto un controllo, ha scoperto che il conto era stato bloccato.

Il conto risultava infatti bloccato, in quanto il suo connazionale era riuscito a scoprire l'imbroglio grazie ad una multa ATM ricevuta al suo indirizzo, ma della quale ne era completamente all'oscuro. Ignaro che ci fosse un'altra persona che circolava usando i documenti contraffatti con i suoi dati, era riuscito ad apprendere che esisteva inoltre un conto corrente aperto a suo nome presso l'ufficio di san giuliano Milanese. Convinto ormai della truffa a suo carico aveva sporto denuncia presso i carabinieri per sostituzione di persona e aveva segnalato il problema alla locale direzione di Posteitaliane che aveva provveduto immediatamente al blocco del conto corrente.

A.M per convincere l'impiegata, aveva anche consegnato un falso permesso di soggiorno, per tentare di sviare i sospetti, fino a quando, alcuni Carabinieri che si trovavano presso l'ufficio postale per ritirare la posta del comando, insospettiti della discussione, sono intervenuti chiedendo al cittadino egiziano di esibire i documenti. I militari hanno immediatamente scoperto la truffa e accompagnato l'uomo presso il gabinetto di polizia scientifica presso la Compagnia Carabinieri di San Donato Milanese.


Una volta prese le impronte e scoperta la sua vera identità, A.M. è stato tratto in arresto per detenzione e uso di permesso di soggiorno contraffatto, secondo la regola prevista dall'art. 5 del decreto legislativo 286/98 (Bosi-Fini). Dopo due giorni e due notti in cella è stato processato per direttissima dal Tribunale di Lodi dove l'egiziano ha raccontato al Giudice di aver contraffatto i documenti per far si che il suo datore di lavoro potesse accreditargli lo stipendio, dato che senza regolare permesso di soggiorno non è possibile aprire un conto corrente. L'arresto è stato convalidato e il giudizio rimandato al mese di febbraio prossimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giuliano, egiziano arrestato per truffa: utilizzava documenti contraffatti

MilanoToday è in caricamento