Cronaca Chinatown / Via Luigi Canonica

I 'poliziotti passeggeri' che arrestano i ladri del bus

In manette due 56enni. Uno di loro era una vecchia conoscenza della polizia

Tradito dal suo stesso passato. Facendo finire nei guai anche il "collega". Due uomini di 56 anni, entrambi cittadini algerini, sono stati arrestati martedì pomeriggio dalla polizia con l'accusa di furto dopo aver derubato un 75enne a bordo di un bus dell'Atm a Milano. 

A bloccare i due sono stati gli agenti del gruppo anti borseggi della VI sezione della squadra mobile, guidati da Marco Calì e Massimiliano Mazzali. I poliziotti, che stavano effettuando dei normali servizi di controllo in centro, hanno riconosciuto uno dei due 56enni come un loro vecchio "cliente" - finito più volte in manette in passato per furti in auto e sui mezzi - e hanno così deciso di seguire la coppia. 

Arrivati in via Canonica, i due si sono appostati a una fermata e sono poi saliti a bordo del pullman, senza sapere però che sul mezzo erano entrati anche due agenti in borghese fingendosi dei normali passeggeri. Dopo qualche metro, i ladri hanno individuato nell'anziano la loro vittima e gli hanno portato via il telefono - come sempre nascondendo la mano dietro uno zainetto sistemato davanti al corpo - per poi fuggire. Purtroppo per loro, però, gli agenti li hanno immediatamente bloccati e arrestati. 

Gli stessi poliziotti hanno poi restituito il cellulare al 75enne, che non si era neanche accorto del furto. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 'poliziotti passeggeri' che arrestano i ladri del bus

MilanoToday è in caricamento