Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Vignate

Milano, presa la "banda dei metalli": nell'ultimo colpo hanno rubato otto tonnellate di maniglie

In manette quattro uomini, tutti bulgari. Per i colpi partivano da Vignate. Così li hanno fermati

Hanno fatto troppo "rumore". Le loro abitudini "lavorative", sempre uguali, hanno attirato l'attenzione dei cittadini prima e dei militari poi. E alla fine per loro non c'è stato scampo. 

Quattro uomini - due 47enni, un 33enne e un 28enne, tutti cittadini bulgari con precedenti - sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Cassano d'Adda, guidati dal capitano Giuseppe Verde, con l'accusa di furto aggravato. Gli investigatori li hanno fermati all'alba di lunedì dopo un maxi colpo alla "Colombo design", un'azienda di Terno d'Isola che si occupa di arredo bagno.

I militari li seguivano da qualche giorno, da quando alcuni residenti di Vignate avevano segnalato uno strano movimento di furgoni attorno a un capannone sede di un'azienda che si occupa di import export di auto. I carabinieri, proprio per verificare cosa stesse accadendo, si sono appostati in zona e hanno notato che ogni sera alle 20.30 i quattro partivano dal Milanese e si fermavano fuori da alcune grandi aziende di Novara, Varese o Bergamo per effettuare dei sopralluoghi. 

Domenica sera la svolta: la banda ha raggiunto la "Colombo", ha oscurato le telecamere di sicurezza e ha poi guadagnato l'accesso alla struttura forzando una porta sul retro e un cancello per entrare col camion. In mattinata, dopo un'intera notte di "lavoro", i quattro sono usciti e bordo di un furgone e un telonato e si sono allontanati. Il loro viaggio, però, è finito a Capriate San Gervasio, dove i carabinieri - che li avevano sempre tenuti d'occhio - li hanno bloccati. 

A bordo dei mezzi c'erano otto tonnellate di maniglie in ottone, per un valore sul mercato di 100mila euro. All'interno del capannone accanto al quale i quattro si ritrovavano i carabinieri hanno invece trovato quasi venti tonnellate di rame, che con ogni probabilità i quattro - specialisti dei furti di metalli - avevano rubato in un'altra occasione. 

Il lavoro degli investigatori prosegue ora per verificare l'eventuale coinvolgimento del titolare della ditta che ha sede in quel capannone. 

Foto - Parte del bottino 

furto carabinieri camion-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, presa la "banda dei metalli": nell'ultimo colpo hanno rubato otto tonnellate di maniglie

MilanoToday è in caricamento