Cronaca

Milano, cerca di rubare in hotel ma il facchino lo vede e lo blocca dopo una scazzottata

E' accusato di rapina - e non furto - proprio per la reazione contro il dipendente dell'albergo

E' entrato di nascosto all'interno di un albergo in via Domenico Scarlatti a Milano, l'hotel Andreola Central, con l'idea di arraffare quante più cose possibili. Per sua sfortuna un facchino dell'hotel, zona Stazione Centrale, ha visto tutto e, dopo aver lanciato l'allarme è riuscito a bloccarlo. A finire in manette per rapina è un marocchino di 51 anni. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri.

Stando a quanto ricostruito dai militari, attorno alle 22.30 di lunedì, dopo essersi intrufolato nell'albergo, l'uomo ha prima rubato uno smartphone, uno zaino e 40 euro nella zona lavanderia - di proprietà del dipendente dell'hotel che poi lo ha bloccato - poi si è spostato nei piani alti della struttura. E' stato proprio lì che, dalle immagini del servizio di videosorveglianza, il proprietario italiano e un dipendente camerunense di 40 anni hanno notato il sospetto.

A fermare ogni intenzione del ladro ci ha poi pensato lo stesso facchino 40enne, dopo un tentativo di fuga del nordafricano e una scazzottata. Addosso nascondeva quanto precedentemente rubato. E' accusato di rapina - e non furto - proprio per la reazione contro il 40enne, che però ha rifiutato il trasporto in ospedale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, cerca di rubare in hotel ma il facchino lo vede e lo blocca dopo una scazzottata

MilanoToday è in caricamento