Prestava denaro con tassi di interesse fino al 180%: arrestato ingegnere milanese

L'uomo è stato arrestato al termine di una indagine delle fiamme gialle iniziata in seguito a una denuncia di un imprenditore bergamasco

Una pattuglia della guardia di finanza (immagine repertorio)

Affiancava alla propria attività di consulenza quella di usuraio. È stato scoperto e arrestato al termine dell’indagine «Cento per cento» condotta dalle fiamme gialle di Bergamo. Protagonista del fatto: un ingegnere milanese che, come riportato in una nota diffusa dalla guardia di finanza, prestava denaro con alti tassi di interesse. Percentuali che in diversi casi superavano il 100% fino a raggiungere, in un caso, il picco massimo del 182,5%.

La scoperta è avvenuta a seguito di una denuncia presentata da un imprenditore della provincia di Bergamo che si è trovato a dover scegliere tra pagare immediatamente le esorbitanti cifre richieste oppure cedere buona parte delle azioni della propria società. La coraggiosa reazione della vittima ha innescato le indagini, dirette dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Bergamo, che hanno consentito l’individuazione di altre vittime: quasi tutti imprenditori e professionisti ubicati in varie provincie della Lombardia e, in un caso, in provincia di Venezia.

Al fine di dare una parvenza legale alle somme che transitavano tra le vittime e l'usuraio, quest'ultimo imputava i movimenti finanziari nella contabilità di due aziende a lui riconducibili, entrambe di Milano con funzioni di copertura per giustificare i movimenti di denaro connessi ai prestiti usurari e alle restituzioni, attraverso il ricorso ad artifici contabili e all’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per l’ingegnere sono scattati gli arresti domiciliari, disposti dal Gip di Bergamo Maria Bianchi, su richiesta del Pm Fabrizio Governi. Le fiamme gialle hanno provveduto anche al sequestro preventivo di un immobile del valore di circa 150mila euro e di diversi conti correnti per alcune decine di migliaia di euro a disposizione dell’ingengere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Coronavirus, la Lombardia cambia le regole: nuove norme per obbligo mascherine e mezzi pubblici

  • Meteo, temporali forti a Milano: allerta arancione della protezione civile

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

  • Hostess con febbre sul Ryanair Milano-Catania: paura per il covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento