Cronaca

Compra la carne con la carta rubata: arrestato in macelleria

In manette un 37enne fermato in zona Villapizzone

Repertorio (foto Flickr/Evelyn Hill)

Ha acquistato della carne con una carta di credito rubata ed è stato tratto in arresto direttamente in macelleria. L'accaduto il 20 luglio in un negozio di via Varesina, zona Villapizzone.

A finire in manette un 37enne algerino, irregolare in Italia e con precedenti di polizia per ricettazione. L'uomo il giorno prima, lunedì 19 luglio, aveva rubato lo zaino a un rider italiano di 44 anni che lo aveva lasciato nel suo camion da traslocatore mentre stava facendo alcune consegne in via Fauché.

Dopo il furto, l'uomo, che nello zaino aveva portafoglio ed effetti personali, aveva ricevuto degli Sms di alert con i quali la banca gli ha comunicato che erano state fatte sei transazioni da 25 euro nella macelleria di via Varesina. La polizia di Stato, avvertita dell'accaduto, è intervenuta nel negozio chiedendo informazioni al macellaio, un 33enne egiziano, il quale ha riferito come poco prima un uomo avesse acquistato carne di agnello e altri prodotti per la Festa del Sacrificio, pagandoli con 6 transazioni contactless, con la scusa di aver dimenticato il Pin. L'uomo, infine, dopo aver pagato con la carta rubata, ha detto che sarebbe passato il giorno dopo a ritirare la carne.

Ad aspettarlo, però, martedì ha trovato gli agenti del commissariato di Quarto Oggiaro, che si sono fatti trovare nella macelleria, in borghese. Il 37enne è arrivato nel negozio con indosso lo zaino rubato e ha ritirato la carne acquistata. Durante una perquisizione gli è anche stato trovato addosso un coltellino a doppia lama e a forma di tessera. Per lui a quel punto è scattato un fermo per ricettazione e una denuncia per indebito utilizzo di carte di credito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Compra la carne con la carta rubata: arrestato in macelleria

MilanoToday è in caricamento