rotate-mobile
Cronaca

Miriam, la figlia di Tom Ponzi, arrestata per bancarotta fraudolenta

In manette anche il figlio e un finanziere. Avrebbero distratto i soldi della loro srl per spese private: vari bonifici e uno chalet in Svizzera

E' stata arrestata a Roma Miriam Tomponzi, figlia del "mitico" investigatore privato Tom Ponzi. Ora si trova nel carcere di Opera con l'accusa di bancarotta fraudolenta. Manette per altre quattro persone, tra cui il figlio e un militare della guardia di finanza. Secondo il pm Stefano Civardi, gli arrestati "distraevano sistematicamente gli importi fatturati dalla Miriam Tom Ponzi Milano srl" a beneficiio della Ponzi e del figlio per spese private.

Gli investigatori hanno concentrato la loro attenzione su una serie di bonifici da 15mila a 40mila euro, dal 2006 in poi. Il fallimento dell'agenzia investigativa è stato dichiarato nel marzo 2011, tuttavia secondo le accuse la distrazione di denaro sarebbe proseguita anche oltre. Trattandosi di una srl, oltretutto, è stata violata anche la statuita autonomia patrimoniale della società.

Tra le spese voluttuarie l'uso di uno chalet a Crans Montana, rinomata località di villeggiatura alpina nel cantone svizzero del Vallese.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miriam, la figlia di Tom Ponzi, arrestata per bancarotta fraudolenta

MilanoToday è in caricamento