rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Cornaredo

Stalking a Cornaredo, in manette il persecutore

Voleva a tutti i costi riprendere la loro relazione, ma all'ennesimo rifiuto della donna si è presentato a casa. E' stato arrestato per atti persecutori. Un arresto per maltrattamenti anche a Novate Milanese

Alla fine è finito in manette, S.A. 36 anni, operaio di Cornaredo. Non voleva accettare la fine della relazione con una impiegata di 47anni, sempre di Cornaredo, chiusa dalla donna un anno fa. Lui andava avanti mandandole sms, e facendole telefonate minatorie, non rendendosi forse conto che la loro storia era finita proprio per il suo carattere maniacale e geloso che soffocava la donna.


Ieri sera, però, verso le 23, l'operaio si è presentato sotto casa della donna, chiedendole insistentemente di entrare per poter riallacciare la loro relazione. Ma l'impiegata, intimorita dall'atteggiamento dell'uomo, ha chiamato i carabinieri. Per i militari è stato semplice risalire ai fatti e riconoscere l'intento persecutorio dell'uomo e per questo lo hanno tratto in arresto. In questo momento l'uomo si trova nel carcere di San Vittore.


Sempre ieri sera, i carabinieri di Novate Milanese hanno arrestato un altro uomo per maltrattamenti in famiglia. Si tratta di un cittadino filippino - D. D. 38 anni, operaio e residente da tempo a Novate - sorpreso a picchiare la convivente 35enne di fronte al figlio di 16 anni. Sono stati gli stessi militari a separarlo dalla donna. Al loro arrivo, infatti, la signora stava ancora subendo le percosse. La donna ha denunciato i precedenti abusi - sembra numerosi - e il convivente è stato arrrestato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalking a Cornaredo, in manette il persecutore

MilanoToday è in caricamento