rotate-mobile
Cronaca San Siro / Piazza Axum

Milano, bagarino arrestato fuori da San Siro prima di Inter-Chievo: aveva 40 biglietti falsi

In manette è finito un uomo di 43 anni. Era già stato colpito da un Daspo di 5 anni

Aveva quaranta biglietti falsi in tasca. E aveva appena truffato tre turisti, che lo hanno prontamente incastrato. 

Un uomo di quarantatré anni è stato arrestato domenica pomeriggio per violazione degli obblighi imposti dal Daspo e denunciato per possesso e vendita di biglietti clonati. Il bagarino, infatti, è stato trovato fuori da San Siro - in piazza Axum - prima di Inter-Chievo mentre offriva ai presenti - puntando molto sui turisti - biglietti falsi per la partita. 

A metterlo nei guai è stato un israeliano di ventidue anni che, dopo aver acquistato un ticket, è stato respinto ai tornelli perché il biglietto è risultato clonato. A quel punto, la vittima si è rivolta alla polizia, indicando agli agenti a quale uomo aveva dato i soldi. Il complice dell'arrestato - una sorta di "intermediario" - ha restituito i 40 euro al turista e ha strappato il biglietto, riuscendo ad allontanarsi. 

Un agente, però, ha recuperato i "pezzi" e si è recato al posto di polizia per cercare di recuperare quante più informazioni possibili. Proprio in quel momento, lì sono arrivati altri poliziotti insieme a due cittadini polacchi - anche loro truffati - e il quarantatreenne. L'uomo, risultato già colpito da un Daspo di cinque anni emesso a settembre, è stato quindi identificato e ammanettato.

Durante le fasi dell'arresto, il bagarino ha letteralmente dato spettacolo: si è strappato la maglietta che aveva addosso, ha urlato "Monnezza" agli uomini in divisa e ha rivolto pesanti apprezzamenti sessuali alla funzionaria di turno. In tasca gli agenti gli hanno trovato quaranta biglietti, tutti falsi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, bagarino arrestato fuori da San Siro prima di Inter-Chievo: aveva 40 biglietti falsi

MilanoToday è in caricamento