menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, in giro con 500 dosi del cristallo più potente della cocaina: arrestato un 23enne

Il giovane è stato fermato in via Padova dalla polizia. Ha cercato di buttare la droga

Quando ha capito di essere in trappola, ha lasciato cadere il sacchetto che aveva in mano e ha provato a far finta di nulla. Ma gli agenti erano ormai sicuri della loro "pista" e non gli hanno lasciato scampo. 

Un ragazzo di ventitré anni, un nigeriano con regolare permesso di soggiorno per asilo politico e residente a Bergamo, è stato arrestato martedì sera dagli uomini della VI sezione della Squadra mobile di Milano con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

I guai per il 23enne sono iniziati verso le 19.30, quando i poliziotti - impegnati in normali controlli antidroga - lo hanno visto camminare in via Padova con un sacchetto in mano. Appena gli agenti si sono avvicinati e qualificati, il giovane ha fatto cadere, inutilmente, la bustina. Proprio lì dentro, suddivisi in quattro confezioni, c'erano 50 grammi di shaboo, la metanfetamina molto diffusa nelle comunità asiatiche e che viene venduta in dosi da 0,1 grammo proprio per la sua potenza, dieci volte superiore a quella della cocaina. 

La droga - il cui valore, in calo, si aggira attorno ai diecimila euro - è stata immediatamente sequestrata e il 23enne, arrivato in Italia due anni fa e senza precedenti, è stato arrestato.

Il lavoro dei poliziotti, coordinati dal dirigente Lorenzo Bucossi, adesso prosegue per capire come mai un nigeriano sia stato trovato in possesso di shaboo, sostanza spacciata quasi esclusivamente da cittadini filippino o comunque asiatici. 

Foto - Lo shaboo sequestrato

shaboo-4-5

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento