Cronaca Niguarda / Viale Ca' Granda

Uccise un trafficante di droga: arrestato per spaccio a Milano

Si tratta di un 50enne con diversi precedenti anche "importanti"

L'uomo arrestato

Gli agenti della squadra mobile lo hanno arrestato con poco meno di quattro grammi di cocaina addosso. Merito di una fonte della polizia, che aveva descritto l'aspetto fisico di un uomo che spacciava sostanze stupefacenti nella zona della stazione Ca' Granda del metrò (M5). E l'appostamento organizzato ha dato l'esito sperato: gli agenti, nella serata del primo marzo, hanno osservato un uomo corrispondente alla descrizione mentre consegnava un pacchetto di cellophane ad un quarantenne.

Questi, fermato poco lontano, ha confermato di avere acquistato circa mezzo grammo di cocaina, peraltro a credito, e ha indicato il pusher. I poliziotti lo hanno perquisito, trovandogli 3,7 grammi di coca già divisa in dosi, e nella sua abitazione di via Racconigi il materiale per confezionare lo stupefacente. 

Tanto è bastato per arrestarlo. Si tratta di Vito Legrottaglie, origini pugliesi, classe 1967. Se apparentemente si tratta di uno spacciatore di piccolo calibro, l'uomo ha alle spalle un passato criminale "importante": il primo precedente, per rapina, risale a quando aveva 18 anni. Poi, negli anni novanta, fu arrestato per concorso in omicidio, a Limbiate, di Marco Bon, un pregiudicato che trafficava stupefacenti. Scarcerato nel 2010 dopo vent'anni di carcere tra Opera e Bollate, è stato arrestato nuovamente altre volte per droga e per detenzione di armi non dichiarate.

L'ultima scarcerazione risale a dicembre 2015. In passato, per Legrottaglie, sono stati accertati legami con altri malviventi ma non con la criminalità organizzata. A conti fatti, finora l'uomo ha trascorso la maggior parte della sua vita dietro le sbarre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise un trafficante di droga: arrestato per spaccio a Milano

MilanoToday è in caricamento