Cronaca Maggiolina / Via Giovanni Cagliero

"Ti ammazzo, ammazzo tutta la tua famiglia": i carabinieri salvano una donna e la sua bimba

I militari hanno arrestato lo stalker. Da tre anni ormai minacciava la sua ex e i suoi familiari

Per tre anni, dal giorno in cui lei ha deciso di lasciarlo dopo dieci anni di matrimonio, lui ha iniziato a rendere la sua vita un inferno. Appostamenti sotto casa, continue minacce, richieste di soldi, tanto da costringere la vittima a cambiare tutte le sue abitudini, fino ad aver paura di uscire da sola da casa. Un incubo sul quale lunedì, dopo l'ennesima incursione, i carabinieri hanno scritto la parola fine. 

Un uomo di trentasette anni, cittadino peruviano, è stato arrestato dai militari del nucleo Radiomobile di Milano con l'accusa di atti persecutori nei confronti della sua ex moglie, una connazionale di cinque anni più giovane. 

All'alba di lunedì, la donna è uscita da casa di sua madre - un appartamento in zona Zara - per andare al lavoro e ha trovato ad attenderla fuori l'ex compagno, che con una bottiglia di birra in mano le ha chiesto cinquemila euro per partire verso il Perù con la sua nuova compagna. Il trentasettenne, stando a quanto denunciato dalla vittima, ha iniziato a minacciare di morte la sua ex e le ha giurato che le avrebbe portato via la figlia - una bimba di cinque anni avuta proprio insieme a lui - se non avesse pagato. Pochi attimi dopo, i due si sono spostati all'interno di un bar, da dove la trentaduenne è riuscita a telefonare a sua madre chiedendole di allertare i carabinieri. 

In pochi minuti, i militari sono arrivati sul posto e hanno arrestato l'uomo. A suo carico, hanno poi accertato i militari, risultavano già da due denunce di maggio e novembre scorsi presentate proprio dalla compagna. Lei stessa ha poi raccontato che il compagno più volte aveva minacciato lei e sua madre per farsi dare i soldi - la richiesta era sempre di cinquemila euro - appostandosi sotto casa della ex suocera - dove la moglie si era trasferita a vivere - o raggiungendo la vittima sul posto di lavoro. 

L'ultimo blitz, anche questo messo a verbale dalla trentaduenne, era avvenuto il 9 gennaio, quando lo stalker aveva bloccato la mamma della ex alla fermata dell'autobus e aveva preteso, come sempre, i soldi. Al rifiuto della donna, l'uomo aveva giurato: "Ti ammazzo. State attenti che ammazzo tutta la tua famiglia". A interrompere la sua follia, alla fine, ci hanno pensato i carabinieri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ti ammazzo, ammazzo tutta la tua famiglia": i carabinieri salvano una donna e la sua bimba

MilanoToday è in caricamento