Controlli per il coronavirus, arrestato latitante: doveva andare in carcere per violenze

L'uomo era ricercato dopo un provvedimento di cattura emesso dal Tribunale di Ravenna

Repertorio

Doveva scontare una pena di quasi tre anni ma se ne stava in giro. Gli agenti della polizia ferroviaria hanno arrestato un uomo di 41 anni, un cittadino italiano, perché destinatario di un ordine di carcerazione.

Durante i servizi volti al controllo dell'osservanza della misura di contenimento del contagio da Covid-19, i poliziotti hanno sorpreso l'uomo all'interno della stazione ferroviaria di Milano Bovisa. È emerso che l'uomo era ricercato a seguito di un provvedimento di cattura emesso dal Tribunale di Ravenna per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e violenza privata, per i quali, dovrà scontare la pena della reclusione di poco meno di 3 anni.

L'arrestato è stato trasportato presso il carcere di Bollate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Coronavirus, fa paura la variante brasiliana del covid, Galli: "È una cosa pesante purtroppo"

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

Torna su
MilanoToday è in caricamento