Cronaca Via Giacomo Puccini, 3

Pioltello, custode del palazzo li scopre: i ladri lo massacrano a calci e pugni e lo rapinano

L'uomo aveva notato i due mentre si aggiravano nel condominio con fare sospetto. I fatti

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri - Foto repertorio

Un ragazzo di diciannove anni, egiziano, è stato arrestato martedì mattina dai carabinieri del radiomobile di Cassano d’Adda con l’accusa di rapina e lesioni personali. 

Il giovane, insieme a un complice che è riuscito a fuggire, avrebbe aggredito il custode di un palazzo di via Puccini a Pioltello e gli avrebbe rubato il cellulare, poi ritrovato a poca distanza. 

Il diciannovenne, stando a quanto finora ricostruito dai militari, era all’interno degli spazi comuni del condominio proprio insieme al complice. Ad attirare il portiere è stato l’atteggiamento sospetto della coppia, che continuava a muoversi nel palazzo guardandosi attorno, probabilmente alla ricerca del momento e del posto giusto per un furto. 

Una volta scoperti, i due si sono scagliati contro il custode, che è stato colpito con calci e pugni alla testa e rapinato del cellulare. 

La fuga del diciannovenne, però, è durata molto poco. I carabinieri, allertati da alcuni condomini, sono immediatamente intervenuti e sono riusciti a bloccarlo. Ancora da identificare, invece, il ragazzo che era con lui. 

A causa delle botte, la vittima è stata soccorsa presso l’ospedale “Uboldo” di Cernusco sul Naviglio, da dove è poi stato dimesso con dodici giorni di prognosi per le contusioni al cranio. 

L’arrestato, con precedenti, si trova ora nel carcere di San Vittore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pioltello, custode del palazzo li scopre: i ladri lo massacrano a calci e pugni e lo rapinano

MilanoToday è in caricamento