Cronaca Affori / Via Giuseppe Regaldi

“Ti ammazzo puttana” e va sotto casa della ex con un coltello: arrestato ragazzo di 26 anni

Il giovane è stato fermato dalla polizia durante la notte in via Regaldi. Ora è in carcere

Un ragazzo di ventisei anni, italiano, è stato arrestato dalla polizai durante la notte tra domenica e lunedì con l’accusa di atti persecutori. Il giovane, che ha precedenti per oltraggio a pubblico ufficiale, è stato fermato poco prima delle quattro in via Antonio Regaldi, sotto casa della sua ex fidanzata, una donna di un anno più grande. 

A dare l’allarme alla polizia è stata proprio lei, che si è accorta che il suo ex - con cui era stata per quattro anni fino a un mese fa - stava imbrattando i muri del suo palazzo con le scritte “Puttana” e “Ti ammazzo”. In più, per non permettere alla vittima di vedere cosa stesse accadendo, il ventiseienne aveva oscurato il videocitofono di casa della ragazza, chiaramente terrorizzata e impaurita. 

Quando gli agenti sono arrivati sul posto, hanno trovato lo stalker seduto su una panchina in un vicino parco. Con sé, il ragazzo aveva un grosso coltello da cucina e il pennarello usato per imbrattare i muri del palazzo della ex fidanzata. 

Per lui a quel punto sono scattate le manette. La ragazza, invece, tranquillizzata dagli agenti è stata portata in Questura dove ha presentato denuncia, raccontando anche di tutti gli atteggiamenti aggressivi che aveva dovuto subire durante la relazione con il giovane. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Ti ammazzo puttana” e va sotto casa della ex con un coltello: arrestato ragazzo di 26 anni

MilanoToday è in caricamento