rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
le violenze / Vanzago

A processo la direttrice e le educatrici dell'asilo degli orrori

Nell'asilo nido di Vanzago insulti, violenze psichiche e fisiche ai bambini sotto i tre anni d'età

Insulti e violenze fisiche e psichiche. Bambini presi e sbattuti per terra per farli stare seduti. Oggetti lanciati addosso ai piccoli. E, ancora, urla, umiliazioni, espressioni scurrili. Vanno a processo l’ex direttrice e le cinque educatrici dell’asilo degli orrori, il nido di Vanzago nel quale tra marzo e giugno del 2022 si sarebbero consumati i maltrattamenti nei confronti dei bimbi. A deciderlo il gup Daniela Cardamone, che ha ammesso come parti civili i genitori dei 22 bambini, vittime in questa drammatica storia. Le imputate erano state sospese dalla professione per un anno a gennaio 2023. Il dibattimento inizierà il prossimo 14 maggio davanti alla quinta penale del Tribunale di Milano.

Le indagini sono state coordinate dal pm Maria Cardellicchio. Era emerso che le sei donne avrebbero avuto atteggiamenti violenti, di sopraffazione, addirittura crudeli nei confronti dei bambini delle due classi, divise in due edifici. A far scattare l’allarme erano state alcune stagiste che avevano denunciato i comportamenti delle imputate, incastrate poi anche della telecamere piazzate dagli investigatori. 

I bambini venivano umiliati, presi in giro, subivano urla ed espressioni scurrili. Le classi erano sovraffollate con sette bimbi in più rispetto quanto autorizzato da Ats. Così, quando arrivava l’ora del sonnellino alcuni di loro venivano piazzati nei bagni con le culle oppure sui materassi nel salone. Piangevano, ma venivano sgridati. Tra gli episodi agghiaccianti, quello di un bimbo di un anno colpito in volto da un’educatrice con una gomitata. Tanto forte da spaccargli il labbro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A processo la direttrice e le educatrici dell'asilo degli orrori

MilanoToday è in caricamento