menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vigili sul piede di guerra

Vigili sul piede di guerra

Vigili in assemblea la sera del concerto di Vasco: rischio caos

I sindacati lottano contro il contratto integrativo che prevede, per la prima volta, una parte dello stipendio legata alla valutazione della performance degli agenti

Vigili di Milano sul piede di guerra: si rischia il caos il 10 luglio, giorno dell'ultima data a San Siro per Vasco Rossi. Quella sera, infatti, i sindacati della polizia locale hanno indetto un'assemblea. Chiaro il messaggio all'amministrazione: attenti o facciamo piombare nel caos i grandi eventi. Compreso Expo 2015. Motivo del contendere, la scelta di Palazzo Marino di modificare il contratto integrativo applicando il decreto Brunetta e legare quindi una parte dello stipendio alla performance.

Secondo i sindacati questo significa legare una parte dello stipendio degli agenti alla discrezionalità, oltretutto senza avere ancora fissato (e chiarito) i criteri della valutazione delle performances. Già andato a vuoto un incontro tra le parti, tenutosi il 24 giugno senza assessori ma soltanto tecnici. Anche questo non è andato giù ai sindacati, che lamentano scarso rispetto da parte della giunta.

Tre giorni prima della data prefissata per l'assemblea, un nuovo vertice tra sindacati e Palazzo Marino proverà a metter pace agli animi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento