La sentenza

Assolto l'oss accusato di violenza sessuale su due anziane in ospedale

L'uomo, 60 anni, si era sempre detto innocente

Era stato arrestato con l'accusa di aver violentato due anziane di 83 e 82 anni mentre si trovavano ricoverate per la riabilitazione all'ospedale Gaetano Pini. Oggi l'operatore socio sanitario è stato assolto. L'uomo, 60 anni, era stato licenziato dalla cooperativa che aveva l'appalto per l'assistenza della struttura ospedaliera. Secondo il Tribunale di Milano non è stata dimostrata con chiarezza la prova. L'oss si era sempre dichiarato innocente e durante la lettura della sentenza è scoppiato in lacrime. La Procura aveva chiesto una pena di sette anni di carcere. 

Il caso

L'indagine che ha portato all'arresto, coordinata dal procuratore aggiunto Letizia Mannella e dal pm Rosaria Stagnaro, era iniziata dopo la denuncia presentata dai familiari delle presunte vittime, due signore che all'epoca dei presunti abusi erano state ricoverate per seguire la riabilitazione necessaria a seguito di un intervento chirurgico.

Dopo due mesi di verifiche da parte degli inquirenti e il riconoscimento da parte delle due anziane attraverso foto e un'audizione protetta, la polizia locale di Milano aveva messo agli arresti domiciliari l'uomo - nato in Perù nel 1964 e residente in provincia di Bergamo - su esecuzione del provvedimento deciso dal giudice per l'indagine preliminare Giulio Fanales.

Secondo l'accusa il 59enne aveva costretto le due pazienti a subire atti sessuali mentre si occupava della loro igiene personale durante il ricovero nel presidio del Gaetano Pini, un frangente in cui le donne non erano autonome e quindi non in grado nemmeno di provare a opporsi agli abusi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assolto l'oss accusato di violenza sessuale su due anziane in ospedale
MilanoToday è in caricamento