rotate-mobile
Cronaca

Arrestato per aver molestato una 17enne e assolto: "Erano in contatto su Facebook"

Il ragazzo, all'epoca 19enne, è stato assolto dopo tre anni. La storia

Arrestato nel 2018, assolto - con formula piena - nel 2022. Un 22enne è stato giudicato innocente, dopo oltre tre anni, dall'accusa di violenza sessuale per aver molestato una ragazzina all'epoca 17enne in metro a Milano, alla banchina della fermata Centrale. 

Le presunte molestie erano avvenute il 25 novembre del 2018 e il giovane, che in quel momento aveva 19 anni, era finito in carcere perché accusato di aver costretto la minorenne a subire "atti sessuali" mentre aspettava un treno della M2. La sentenza per l’imputato, assistito dall’avvocato Filippo Zodda, è stata emessa nel pomeriggio dell’8 marzo dalla nona sezione penale del tribunale di Milano. Già tre anni fa, il gip Teresa De Pascale aveva deciso di rimettere in libertà l'arrestato - senza applicare la custodia cautelare - perché mancavano "gravi indizi di colpevolezza" sulle molestie. Il giudice, che comunque aveva convalidato l'arresto, aveva spiegato che il "racconto" della ragazza era "generico" e non era stato "neanche verificato" dal pm con "fonti terze".

La vittima aveva tra l'altro spiegato che il presunto aggressore era per lei uno sconosciuto, ma in realtà era poi stato accertato che i due erano "in contatto" su Facebook. Durante il processo è inoltre emerso che la 17enne e il 19enne si erano già incontrati più volte in discoteca e avevano amici in comune. Da qui l'assoluzione piena dal reato di violenza sessuale e di violenza privata, di cui il giovane era accusato per aver trattenuto la ragazzina mentre cercava di entrare in metro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato per aver molestato una 17enne e assolto: "Erano in contatto su Facebook"

MilanoToday è in caricamento