rotate-mobile
Cronaca

Trenitalia-LeNORD: atti vandalici sui convogli: 16 milioni di danni in 5 anni

L'ultimo episodio risale a ieri quando una decina di treni sono stati presi d'assalto dai vandali che hanno distrutto 5 carrozze e ne hanno imbrattato altre 3

Sedici milioni di euro di danni per atti vandalici. E' questa la cifra che Trenitalia-LeNORD ha dovuto spendere in 5 anni. Lo denuncia la stessa azienda dopo gli ultimi episodi di ieri, quando una decina di convogli sono stati presi di mira dai vandali che hanno divelto una porta, danneggiato 5 carrozze, imbrattate altre tre con vernice, rotto un finestrino e divelti due sedili.

Dal 2006 ad oggi sono stati rimossi oltre 1,4 milioni di metri quadrati di graffiti, per una spesa che ha superato i 7 milioni di euro. Sono stati inoltre sostituiti 140.000 sedili, riparati oltre 4.500 finestrini, ripristinate 1500 tendine e rubati 32.000 martelletti frangivetro-antincendio.

"Ogni anno - ha dichiarato Giuseppe Biesuz, amministratore delegato Trenitalia-LeNORD, commentando i recenti atti di vandalismo - dobbiamo investire risorse sempre maggiori che vorremmo invece usare per il miglioramento della nostra offerta, mentre oggi queste azioni creano disagi non solo all'azienda, ma anche alla qualità del viaggio dei nostri clienti".


Biesuz ha poi ricordato come sia "importante anche l'impegno profuso tutti i giorni per la protezione dei punti nevralgici del sistema ferroviario regionale: oltre 4mila telecamere installate, presenza della Polfer nei treni e nelle stazioni, squadre di vigilanza privata, cui si aggiunge un corso specifico di prevenzione e identificazione del rischio per tutto il personale viaggiante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenitalia-LeNORD: atti vandalici sui convogli: 16 milioni di danni in 5 anni

MilanoToday è in caricamento