menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

"Nonna mi servono i soldi per curare il covid", anziana 'truffa' i truffatori: un arresto a Milano

L'arresto grazie alla segnalazione della vittima: in manette una donna di 49 anni

"Nonna, mi servono i soldi per curare il covid". Più o meno questo è il concetto ripetuto più volte da alcuni truffatori ad un'anziana di Milano di 86 anni, che però non ci è cascata e alla fine ha fatto arrestare una persona, una donna di 49 anni, che si è presentata all'appuntamento sotto casa della vittima a ritirare soldi e gioielli. Si era spacciata come la dottoressa Bianchi ma se n'è andata con le manette ai polsi, accompagnata dalla polizia.

L'arresto è scattato lunedì 8 febbraio: si parla di truffa aggravata. L'attività investigativa, svolta dagli agenti dell'Ufficio prevenzione generale della questura, ha preso spunto dalla segnalazione della vittima stessa. La signora si è insospettita dopo aver ricevuto diverse chiamate sulla propria utenza telefonica di casa dal venerdì precedente da parte di una giovane donna che, spacciandosi per la fidanzata del nipote, le comunicava che il giovane parente era ricoverato in ospedale poiché ammalato di covid 19 in forma grave.

L'anziana truffa i truffatori

Durante le conversazioni telefoniche, la finta fidanzata, con tono angoscioso e insistente, cercava di provocare nella vittima uno stato di ansia e paura. Aveva chiesto all'anziana donna di recuperare con urgenza del denaro contante per poter pagare le cure mediche per il nipote: 10mila euro o, in alternativa, preziosi di elevato valore. Dopo una serie di telefonate, tra le quali anche quella di un uomo che si era spacciato per il nipote che suggeriva alla "nonna" di seguire le indicazioni della ragazza.

VIDEO. L'intercettazione telefonica: "Aspetta in strada con l'oro, passerà un operatore dell'ospedale"

La vittima, con il supporto e la costante presenza dei poliziotti, ha accettato di incontrare la finta compagna del nipote il lunedì successivo per consegnarle un orologio di valore. Poco prima dell'appuntamento, la finta fidanzata ha chiamato nuovamente la donna per dirle di non poter incontrarla e che, al posto suo, si sarebbe presentata la "dottoressa Bianchi". I poliziotti dopo aver predisposto un servizio di appostamento, sono intervenuti nel momento in cui la truffatrice ha ritirato dalla vittima il pacchetto con l'orologio e l'hanno arrestata per truffa aggravata. Sono in corso accertamenti da parte della Polizia di Stato per risalire all'identità dei complici della donna arrestata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento