Cronaca

Austoni: 300mila euro ad Asl e Regione

Depositate le motivazioni della condanna a sei anni e mezzo del dottor Austoni per concussione ed abuso d’ufficio. Intanto anche la Corte dei Conti condanna il primario: 300mila euro a Regione e Asl per danno d’immagine

Depositate ieri dal giudice Oscar Magi le motivazioni della condanna a sei anni e mezzo di carcere per l’ex primario di Urologia della Clinica San Giuseppe Edoardo Austoni. Il dottore è stato giudicato colpevole di concussione e abuso d’ufficio: chiedeva infatti soldi ai suoi paziente per aiutarli a saltare le liste d’attesa e avere accesso più rapido ai servizi della Sanità Italiana pubblica. Il suo listino prezzi, per questi favori, andava dai 400 ai 3500 euro a seconda dei casi.

La sua segretaria, complice del primario, è stata condannata invece a due anni, contro i quattro richiesti dall’accusa.

Secondo il giudice Austoni sarebbe un po’ “dottor Jeckyll e mister Hide, uomo autorevole ma duro e prepotente”. Il magistrato prosegue sottolineando che “il primario agiva nella piena consapevolezza di avere un rapporto diretto col paziente e quindi un potere senza limiti, del quale abusava abbondantemente”. A peggiorare le cose, continua la sentenza “il fatto che Austoni valutava attentamente con chi e in quali circostanze utilizzare il suo schema”. Condizioni pisco-fisiche del paziente e situazione economica erano tra i parametri fondamentali.

Oltre alla condanna penale, la Corte dei Conti ha stabilito che il primario dovrà risarcire con 316mila euro la Regione e il Servizio Sanitario Nazionale per il danno di immagine. Si legge nelle motivazioni della Corte che “data la notorietà e l’autorevolezza del dott. Austoni, il danno di immagine è ancora più devastante per l’amministrazione sanitaria”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Austoni: 300mila euro ad Asl e Regione

MilanoToday è in caricamento