rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

L'autista infedele che vendeva abbonamenti falsi per i mezzi (che guidava lui)

Denunciato l'autista di una società di trasporti attiva tra Milano e Varese

Evidentemente non si limitava a guidare i mezzi. L'autista di una società di trasporti attiva tra il basso varesotto e l'alto milanese è stato denunciato dalla polizia di Gallarate perché accusato di aver falsificato decine e decine di abbonamenti e di averli venduti, chiaramente al di fuori dei canali legali. 

Le indagini degli agenti sono partite dopo la denuncia presentata dalla stessa società e la polizia ha scoperto che il dipendente infedele era riuscito a procurarsi intere confezioni di abbonamenti mensili ancora privi di numero di serie. A quel punto, l'autista - stando a quanto riferito dalla questura di Varese in una nota - avrebbe apposto dei numeri di matricola e dei timbri falsi, anche se molto simili agli originali, "al fine di ottenere dei veri e propri cloni di fatto quasi identici a quelli regolarmente emessi dall’azienda".

A casa dell'uomo, che avrebbe messo in piedi un giro di 135mila euro, sono stati trovati duemila abbonamenti già pronti per essere venduti a ignari viaggiatori. Il lavoro della polizia prosegue adesso per identificare con certezza il canale di approvvigionamento dei biglietti e soprattutto capire se gli acquirenti fossero a conoscenza della provenienza dei ticket o meno. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'autista infedele che vendeva abbonamenti falsi per i mezzi (che guidava lui)

MilanoToday è in caricamento