Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Con l'auto sulle scale del monumento romano, fermato manager milanese: "Andavo di fretta"

Nei guai un manager di 47 anni, che da anni vive e lavora a Milano. L'accaduto

È sceso con l'auto direttamente dalla scalinata di Valle Giulia. Ha percorso gli scalini con la sua Fiat Panda ed è sparito, almeno per qualche ora, fino a quando gli agenti della polizia locale lo hanno fermato. 

L'automobilista incivile è un uomo di 47 anni, un manager da tempo residente a Milano, dove si è trasferito per lavoro. I fatti nella mattinata di lunedì 3 giugno, quando la Fiat Panda condotta dal 47enne è stata vista scendere dai gradini della scalinata Bruno Zevi all'interno di Villa Borghese. Rintracciato dai vigli, l'uomo si è poi giustificato dicendo: "Uno dei miei due pitbull stava male, pensavo lo avessero avvelenato ed avevo fretta di portarlo dal veterinario". 

A mettere i 'caschi bianchi' sulle tracce dell'automobilista è stato un testimone che dopo aver provato a fermare il 47enne, non riuscendoci, ha immortalato la discesa della Panda con video e foto, risultati poi utili alle indagini dei vigili urbani. 

Risaliti all'abitazione della madre del manager, in zona Parioli, non distante dal luogo dei fatti, i vigili hanno trovato l'auto, che riportava alcuni danni compatibili con la discesa dalle scale. L'uomo è stato fermato dopo alcune ore di appostamento. 

La scalinata Bruno Zevi è rimasta chiaramente danneggiata e sarà la Soprindentendenza a fare una stima dei danni, che potrebbero poi essere pagati dall'automobilista che li ha provocati, multato già per diverse infrazioni al codice della strada. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con l'auto sulle scale del monumento romano, fermato manager milanese: "Andavo di fretta"

MilanoToday è in caricamento