Autobus incendiato a San Donato: Ministero e Autoguidovie potrebbero essere citati per danni

La richiesta dell'avvocato di parte civile che rappresenta le famiglie dei ragazzi

L'autobus (B&V Photographers)

Antonino Ennio Andronico, l'avvocato che rappresenta le famiglie dei ragazzi che, mercoledì 20 marzo, erano a bordo del bus dirottato (e poi incendiato) da Ousseynou Sy chiederà i danni alla società Autoguidovie e al Ministero della pubblica istruzione, ritenendo che «secondo noi sono responsabili anche coloro che hanno messo in mano a quest'uomo il bus». La stessa società Autoguidovie si è costituita parte civile per l'incendio mentre, per tutti i reati contestati a Sy, il Comune di Crema e, forse, quello di San Donato Milanese.

E' iniziato a Milano il processo a carico del senegalese di 47 anni che risponde di strage aggravata dalle finalità terroristiche, sequestro di persona, incendio, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni (fisiche ed emotive) ai danni dei ragazzini a bordo dell'autobus con cui, dalla scuola media di Crema, avrebbe dovuto accompagnarli in piscina mentre invece ha imboccato a tutta velocità la Paullese. Come lui stesso ha poi riferito, Sy avrebbe voluto compiere una strage dimostrativa nei pressi di Linate, ma all'altezza di San Donato Milanese è stato raggiunto dai carabinieri: così ha dato fuoco al bus, per fortuna senza uccidere nessuno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video: i carabinieri salvano i ragazzi

Cittadinanza ai due ragazzi eroi

Della vicenda è noto anche il fatto che due ragazzi (Adam El Hamami e Ramy Shehata) erano riusciti ad avvisare i genitori e il 112 attraverso i telefonini, nonostante fossero stati legati dall'uomo. I ragazzi (dopo una non facile trafila) hanno ottenuto la cittadinanza italiana grazie al loro gesto eroico. Successivamente è stato trovato un video su Youtube in cui il 47enne pronunciava proclami contro la politica europea in Africa. 

Audio: la telefonata al 112

Video: Ramy, il ragazzo eroe

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • L'anziana che ha "truffato" i truffatori: così una 87enne ha fatto arrestare la "nipote" a Milano

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

  • Milano, ecco lo store di Off-White in pieno centro: è il brand per cui tutti si mettono in fila

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento