Cronaca

Autovelox superstrada Milano-Meda, la Lega: "Serve solo a fare cassa"

Gli esponenti del Carroccio hanno anche messo a disposizione dei cittadini i moduli con i quali fare ricorso contro le sanzioni, perché l'impianto "é autorizzato ma non omologato

La Lega chiede di alzare il limite di velocità

Spegnere gli autovelox sulla superstrada Milano-Meda installati all'altezza di Paderno Dugnano (Milano), e riportare il limite di velocità da 80 a 110 chilometri orari. Sono le richieste del consigliere regionale della Lega Nord Massimiliano Romeo che, insieme all'assessore alla Sicurezza della provincia di Monza-Brianza Andrea Monti, ha presentato un esposto ai prefetti di Milano e di Monza, al ministero dei Trasporti e alla Corte dei conti contro l'impianto di rilevazione della velocità e l'abbassamento dei limiti.

Gli esponenti del Carroccio hanno anche messo a disposizione dei cittadini i moduli con i quali fare ricorso contro le sanzioni, perché l'impianto "é autorizzato ma non omologato e il codice della strada dice che su arterie come la superstrada Milano-Meda si può circolare a 110 chilometri orari".
"Gli autovelox sono stati installati per fare cassa andano a colpire i lavoratori in un periodo di crisi - ha spiegato Romeo -una buona parte degli automobilisti multati sono persone che si spostano da casa al luogo di lavoro, e viaggiano a una velocità sotto i 100 chilometri orari".
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autovelox superstrada Milano-Meda, la Lega: "Serve solo a fare cassa"

MilanoToday è in caricamento