Cronaca

Entrano in un'azienda per rubare ma il titolare li 'becca': uno arrestato, l'altro in fuga

Insieme a un complice aveva già caricato 15 bobine di cavi di rame su un furgone aziendale

Furto rame (foto repertorio)

È riuscito a entrare in un'azienda e ha caricato 15 bobine di cavi di rame su un furgone, pronto a partire con la refurtiva. Ma il titolare si è accorto di tutto e ha lanciato l'allarme al 112. L'episodio è avvenuto a Rodano nei giorni scorsi.

Ad intervenire sul posto i carabinieri di Pioltello e Cernusco che hanno arrestato in flagranza per il reato di tentato furto aggravato l'uomo, un 48enne italiano pregiudicato.

Il reo insieme a un complice aveva forzato la recinzione della ditta, attiva nella produzione di componentistica industriale, e aveva caricato sul furgone il rame con l'intento di rubarlo. I carabinieri però l'hanno fermato e tratto in arresto. Il suo complice invece è riuscito a fuggire.

Sul posto è stata rinvenuta l’auto utilizzata dai malviventi e rubata a Carugate qualche ora prima. All'interno del veicolo erano presenti due trapani e due mole, anche questi rubati da un cantiere edile di Vaprio d’adda. Macchina e attrezzi sono stati sequestrati e poi restituiti ai legittimi proprietari. In corso le indagini per identificare il complice in fuga.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entrano in un'azienda per rubare ma il titolare li 'becca': uno arrestato, l'altro in fuga

MilanoToday è in caricamento