rotate-mobile
Cronaca

Tranquilla badante, ma anche "aguzzina" in una tratta di prostitute: arrestata

La 63enne è stata incastrata dagli accertamenti necessari durante la pratica di regolarizzazione, da lei stessa richiesta. La donna reclutava ragazze moldave per avviarle alla prostituzione

Una donna moldava di 63 anni, che lavorava come badante presso un anziano milanese, è stata arrestata con l'accusa di tratta di esseri umani finalizzata allo sfruttamento della prostituzione. La 63enne, in pratica, reclutava ragazze nella Repubblica di Moldova (nella foto la capitale Chisinau) e le trasferiva all'estero, poi sembra che le avviasse al "mestiere" di lucciola e ne sfruttasse i guadagni.

La donna aveva fatto richiesta di regolarizzazione in seguito alla "sanatoria" per colf e badanti. La prassi prevede che la persona in via di regolarizzazione venga identificata (con le impronte digitali) e fotosegnalata. Ma in questo modo Valentina U. (questo il nome della badante) è stata incastrata in quanto ricercata nel suo Paese per fatti risalenti al 2005. Gli investigatori della squadra mobile l'hanno quindi smascherata e fermata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tranquilla badante, ma anche "aguzzina" in una tratta di prostitute: arrestata

MilanoToday è in caricamento