menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'intervento della polizia

L'intervento della polizia

Bambina dimenticata in auto, salvata dalla polizia

Sfiorata la tragedia a Milano: la madre era convinta d'averla portata all'asilo e l'ha invece lasciata all'interno della vettura parcheggiata presso il capolinea M1 Bisceglie

Sfiorata la tragedia a Milano: una donna di 38 anni ha lasciato l'automobile in via Bisceglie, presso il capolinea della M1, e poi si è recata al lavoro, lasciando sui sedili posteriori sua figlia (circa un anno d'età): era convinta d'averla accompagnata preventivamente all'asilo, ma non era così.

E' successo nella mattinata di giovedì 6 luglio. La 38enne ha parcheggiato la vettura intorno alle otto. Un'ora e mezza più tardi un passante, accortosi che proveniva un forte pianto dall'interno dell'auto, ha chiamato il numero di emergenza 112. Sul posto sono accorse le volanti della polizia e i sanitari del 118.

In pochi minuti la bambina è stata "liberata". I sanitari l'hanno portata al vicino ospedale San Carlo per i necessari accertamenti ma la questura di Milano riferisce che la piccola sta bene. La donna era convinta di avere portato all'asilo sua figlia: si tratta quindi di una dimenticanza.

E, proprio per prevenire questi episodi, è sempre più diffusa l'abitudine degli asili di contattare i genitori se i figli non arrivano a scuola una determinata mattina. Una simile iniziativa è stata presa, ad esempio, da tutti gli asili di Gorgonzola, autonomamente, mentre il Comune di Segrate ha introdotto un protocollo che tutti gli asili in città seguiranno d'ora in poi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento