rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Lorenteggio / Via Privata Filippo Severoli

Bambina di 9 mesi morta in casa: autopsia conferma la malnutrizione

La piccola era morta in via Severoli

Era stata trovata morta in casa la notte tra il 27 e il 28 febbraio, in via Severoli a Milano, aveva 9 mesi e viveva in un contesto non consono per un bambino così piccolo. Adesso l'autopsia conferma che la piccola, figlia di una coppia italiana, aveva la febbre alta e prolungata causa di ingrossamento dei linfonodi. il suo corpicino presentava, inoltre, segni di disidratazione e un restringimento del rene destro. Malanni aggravati da uno stato di incuria generale e di malnutrizione in cui era costretta a vivere (video).

Sul corpo sono state riscontrate anche piccole piaghe compatibili con una scarsa igiene, come racconta Il Giorno. La madre aveva raccontato agli inquirenti che quella sera, vista la febbre, aveva somministrato alla piccola una o forse due compresse di tachipirina. Nello stomaco della neonata, vuoto da molte ore, come ha appurato l’autopsia, è stata trovata solo una piccola quantità di materiale biancastro.

Erano stati i genitori, al momento indagati per maltrattamenti aggravati dalla morte, ha chiedere l'intervento della polizia e del personale medico nel loro appartamento, intorno alle 23.40, perché la neonata non respirava più. 

Palazzo Marino, per mezzo dell'assessore Pierfrancesco Majorino aveva commentato: "La famiglia in questione non era seguita dai nostri servizi sociali. Bisogna segnalare questi casi".

?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambina di 9 mesi morta in casa: autopsia conferma la malnutrizione

MilanoToday è in caricamento