rotate-mobile
Cronaca Brera / Via Alessandro Manzoni

E' tornata in Italia la piccola Sara, rapita nel 2010 dal padre

L'uomo, tuttora irreperibile, l'aveva portata in Egitto quando non era ancora legalmente separato dalla moglie italiana

Dopo cinque anni di espatrio "forzato", la piccola Sara è tornata in Italia con un volo dal Cairo a Linate, giovedì mattina. Il 9 gennaio 2010 il padre, Ragab Ammar, 39enne egiziano, l'aveva condotta in Egitto contro il volere della madre Sandra, di origini italiane. All'epoca i due non erano ancora legalmente separati. Le indagini erano iniziate immediatamente, appurando che padre e figlia erano partiti da Malpensa alla volta del Paese nordafricano. 

Di qui l'emissione di un ordine di cattura per l'uomo, per sottrazione di minore e trattenimento di minore all'estero. Dopo un po' di tempo, grazie al servizio di cooperazione internazionale della polizia e della task force interministeriale che si occupa di minori sottratti, il padre e la bambina sono stati localizzati a nord della capitale egiziana, nel governatorato di Menoufya. 

Ora la bimba è di nuovo in Italia. La madre è andata di persona al Cairo a prenderla. Il padre, invece, è tuttora irreperibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' tornata in Italia la piccola Sara, rapita nel 2010 dal padre

MilanoToday è in caricamento