Cronaca Cagnola / Viale Certosa

Bimbo precipita dal terzo piano in un edificio in viale Certosa a Milano: rianimato, è in coma

E' bastata una frazione di secondo, una distrazione, perché il piccolo bambino cadesse

I soccorsi (Foto Ioan Z.)

E' volato giù per tre lunghi piani. Poi si è schiantato a terra, nel cortile interno. E' bastata una frazione di secondo, una distrazione fugace, perché un piccolo bambino di sei anni precipitasse giù dalla propria abitazione in viale Certosa, a Milano. Dopo l'incidente, ora lotta per restare in vita all'ospedale di Niguarda dove è ricoverato in coma.

Giovedì pomeriggio, un giorno come tutti gli altri. Tutto sembrava tranquillo e poi il dramma. Alle diciassette e ventotto il bimbo, originario del Bangladesh, cade giù dal balcone. Sul posto arrivano i soccorritori del 118 con due ambulanze e un'automedica. Vengono avvertiti anche i carabinieri. Il bambino viene subito rianimato proprio lì, ai 'piedi' della propria casa a ringhiera. La madre, che stava facendo le faccende domestiche, è sotto choc. I due vengono trasportati in ospedale. Il bimbo arriva al pronto soccorso alle diciotto e quaranta, è in fin di vita.

I militari della Compagnia Magenta stanno cercando di ricostruire l'accaduto: sembra che il piccolo sia caduto per cause accidentali. E' precipitato per circa dodici metri. La mamma e il papà, che lavora in un piccolo negozio alimentari, attendono speranzosi che il figlio esca dal coma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo precipita dal terzo piano in un edificio in viale Certosa a Milano: rianimato, è in coma

MilanoToday è in caricamento