Cronaca

Cambiano le regole del verde. Milano avrà la banca dati degli alberi

La città sarà divisa in tre per la gestione del verde: sarà quindi possibile avere tre gestori diversi

Il Parco Sempione

Cambiano le regole sulla manutenzione e gestione del verde a Milano. In particolare, la città viene "divisa" in tre lotti con la possibilità di una co-gestione di tre diverse aziende. Il primo lotto riguarda le zone 1-3-7, il secondo le zone 4-5-6 e il terzo le zone 2-8-9. In questo modo viene favorito, secondo Palazzo Marino, il processo di condivisione con i consigli di zona.

Obiettivi concreti, un migliore monitoraggio degli alberi, la realizzazione di più prati fioriti perenni e un habitat adatto a uccelli e insetti impollinatori. Ma anche una miglior cura nella manutenzione dei giardini, aiuole e aree riservate a bambini e animali, anche attraverso l'applicazione "Ghe pensi mi", che consente a tutti i cittadini di segnalare piccoli interventi (ad esempio, un canestro da basket rotto) nelle aree gioco e aree cani.

Altra novità, l'espansione della "banca dati degli alberi": tutti i cittadini potranno consultarla per "riconoscere" la specie, l'età e lo stato di salute di ogni singolo albero della città.

I numeri. Milano vanta 17 milioni di metri quadri di verde urbano (tre milioni in più rispetto al 2011), con 225 mila alberi, 30 mila interventi per riparazioni e sostituzioni di strutture da gioco, panchine e altro, 140 mila interventi di manutenzione. Le aree gioco in città sono 881, i playground 185 e le aree cani 344.

Solo nel 2014 sono stati rigenerati 17.040 mq di tappeti erbosi; sono 33.150 i metri quadrati destinati alla realizzazione di prati fioriti perenni. Le nuove aiuole fiorite occupano 16.000 mq.

Dal 2012 ad oggi, la manutenzione delle aree in carico ha visto la riverniciatura di 2.560 attrezzature gioco, la riparazione di 1.840 strutture gioco, la sistemazione di 5.660 panchine e sedute, la riparazione di 200 attrezzature sportive (calcio, pallavolo, rugby, basket). Gli interventi su segnalazione hanno comportato la riverniciatura di 610 attrezzature gioco, la riparazione di 6.200 strutture gioco, la sistemazione di 28.550 panchine e sedute, la riparazione di 2.400 attrezzature sportive (calcio, pallavolo, rugby, basket). Sono stati realizzati 963 interventi straordinari su aree cani (55 esistenti e 12 nuove), aree gioco (105 esistenti e 12 nuove), giardini scolastici (88), impianti di irrigazione (90), oltre a interventi vari di riparazione (259) e riqualificazioni in aree diverse (342).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambiano le regole del verde. Milano avrà la banca dati degli alberi

MilanoToday è in caricamento