Cronaca

I finanzieri in casa di Vieri e Brocchi, crac da 14 milioni di euro

I due calciatori, fondatori del marchio di moda Baci & Abbracci, prima, e poi dell'azienda specializzata negli arredi lusso, Bfc & co, sono stati perquisiti nelle loro abitazioni

L'avventura manageriale di Christian Vieri e Cristian Brocchi sembra essere sulla via del tramonto. I due calciatori, fondatori del marchio di moda "Baci & Abbracci", prima, e poi dell'azienda specializzata negli arredi lusso, Bfc & co, sarebbero stati perquisiti nelle loro abitazioni dai finanzieri del nucleo regionale di polizia tributaria.

I due sono stati invitati a comparire davanti al pm - come riporta La Repubblica - e si ipotizza il reato di bancarotta per la loro ultima azienda. In questo dissesto, si parla infatti di 14 milioni di euro, sono state coinvolte anche le madri dei calciatori, con cariche all'interno della società, e l'amministratore di fatto Fabio Arcuri. Il provvedimento è stato firmato dal pm milanese Maurizio Ascione.

Cristian Vieri, che si trova fuori dall'Italia, ha comunicato che rientrerà per conoscere le ragioni della perquisizione. Dal 2008, con l'avvento della crisi, la Bfc & co, fondata nel 2004, ha cominciato a perdere entrate nel bilancio. Poi, nell'ottobre 2012, la dichiarazione d'insolvenza. Il curatore fallimentare Michele Megaro e i legali del fallimento, Gianluca Minniti e Arturo Maniaci, hanno tentato una mediazione ma i soci non avrebbero dato alcuna risposta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I finanzieri in casa di Vieri e Brocchi, crac da 14 milioni di euro

MilanoToday è in caricamento