menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Bancomat

Bancomat

Carte e bancomat clonati: cinque casi nel 2013

Agiscono in coppia per destare meno sospetti. E costruiscono in casa gli apparecchi per ingannare i clienti dei bancomat

Agivano in coppia: la ragazza aspettava fuori dal bancomat, lui entrava fingendo un normale prelievo. Invece installava uno "skimmer" e una telecamera di piccole dimensioni: apparecchi per captare i codici pin e clonare carte di credito e bancomat. Il tutto preferibilmente in centro, nella zona in cui i bancomat sono più frequentati per la concentrazione, ben al di sopra della media, di lavoratori, turisti, persone che fanno shopping.

Cinque sono i casi scoperti dal commissariato Centro della polizia, dall'inizio del 2013: in tutte le circostanze si tratta di romeni con base nel Piemonte. Secondo le indagini, i cartelli criminali sono composti anche da persone che hanno studiato e che costruiscono "in casa" gli apparecchi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento