menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli stupefacenti rinvenuti

Gli stupefacenti rinvenuti

Spaccio nel bar, hashish nel biliardino, 'coca' nel cappello e 'erba' nelle buste: arrestati

Il titolare del locale di Lainate e la barista sono stati colti in flagrante

Durante un normale controllo per l'epidemia, il titolare di un locale e la barista si sono agitati, insospettendo i carabinieri e spingendoli a verifiche più accurate, che hanno portato all'arresto dei due con l'accusa di spaccio di stupefacenti. L'episodio è accaduto nei giorni scorsi a Lainate, in via Sempione.

Durante una perquisizione, all'interno del biliardino del bar è stato trovato un panetto da 100 grammi di hashish, mentre altri 70 grammi si trovavano dentro un berretto di lana assieme ad alcune dosi di cocaina per un totale complessivo di 18 grammi. Nascoste dentro uno sgabuzzino, poi, c'erano poi delle buste postali contenenti 440 grammi di marijuana e in un barattolo per la custodia di alcolici 8.300 euro in contanti, frutto dell'attività di spaccio.

Colti il flagranza di reato il titolare, un 30enne pregiudicato, e la barista, di 29 anni, sono finiti in manette. Giudicati per direttissima sono stati condannati il primo alla detenzione in carcere e la seconda ai domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Cos'è la "certificazione verde" per uscire dalla Lombardia e come si ottiene

Attualità

Netflix ha ambientato una serie tv a Milano

Coronavirus

Vaccini covid, il 22 aprile partono le prenotazioni per i 60-64enni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Elezioni comunali 2021

    Il nostalgismo

  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento