menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Viale Jenner, il bar che ha detto basta alle slot machines

Viale Jenner, il bar che ha detto basta alle slot machines

Il barista che ha rinunciato alle slot machines

E' titolare di un locale in viale Jenner e ha ricevuto - per primo - l'attestato "bar senza slot" dal comitato di quartiere

Ha appena ricevuto l'attestato di "bar senza slot", ma le slot non le ha più da almeno tre anni. E' Giuseppe Stallone, titolare di un bar in viale Jenner: e proprio il comitato Jenner-Farini gli ha consegnato l'attestato, come riporta "Repubblica".

A fargli prendere una decisione coraggiosa anche se economicamente controproducente per lui, un episodio: un ragazzo di quartiere, 24enne, si è giocato la metà del primo stipendio in due ore di slot. "Non è semplice rinunciare a una fonte d'incassi ma ne sono fiero perché si sta parlando di una piaga sociale", spiega ora. Ma come funzionano le slot machines? Di solito sono a noleggio: la società non fa pagare niente di affitto e manutenzione, ma tiene la metà degli introiti al netto delle imposte.

Stando al racconto di Stallone, "tutti giocano alle slot: pensionati, giovani, donne e uomini". E prosegue: "Ho visto gente tranquilla bestemmiare dopo aver perso una partita". Come a dire che le slot machines cambiano le persone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento