Vuole pubblicare le foto hot dell'ex fidanzata online: "I tuoi ne saranno orgogliosi", arrestato

Lui, un italiano di 30 anni senza precedenti penali, è stato arrestato dai carabinieri

Immagine di repertorio

"Ho trovato un po' di foto tue sul telefono. Cose che ti renderanno onore agli occhi dei tuoi, dei tuoi amici e dei tuoi colleghi". Il messaggio è stato scritto da un ex col dente avvelenato e l'allusione è ad alcune foto intime staccate quando stava ancora con la ragazza. La stessa che adesso è minacciata in modo subdolo. La stessa che, terrorizzata e in lacrime, ha telefonato ai carabinieri all'alba di lunedì per avvertirli che l'uomo era ancora una volta sotto casa. Stavolta sotto l'abitazione di alcuni amici della giovane in zona Turro a Milano: le urlava per intimarle di scendere in strada.

Lui, un italiano di 30 anni senza precedenti penali, era arrivato a bordo della proprio Harley Davidson nell'edificio. Aveva appena scoperto che la ex fidanzata, una 21enne italiana, era a casa di alcuni amici e voleva assolutamente vederla. Quando sente le pattuglie del Nucleo Radiomobile si allontana con la moto ma viene fermato in via Tofane. I militari prima di arrestarlo con l'accusa di stalking incontrano la ragazza per ricostruire la vicenda.

La giovane, che lavora come barista in zona Porta Venezia, racconta di aver chiuso la storia con il 30enne dal 4 gennaio. Da allora però, sono iniziati gli atti persecutori contro di lei. Chiamate, messaggi, e minacce. In un'occasione l'uomo si era presentato sotto casa della sua famiglia ed aveva spaccato il portone di casa dei genitori della ragazza. Il 5 marzo, dopo due mesi di resistenza, la donna lo aveva denunciato dai carabinieri. Allora l'ex fidanzato, anche lui barista, le avrebbe detto durante una delle sue sfuriate che tanto "i carabinieri non sarebbero stati sempre con lei", lasciando intendere che avrebbe potuto aggredirla quando voleva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un continuo minacciare tanto da rendere la vita della 21enne un incubo. Domenica sera, per esempio, la donna era andata a dormire in casa di amici perché la propria famiglia era in vacanza e temeva di restare da sola nell'abitazione, dove il 30enne già si era presentato più volte in passato. Quando l'uomo ha scoperto questa cosa è andato su tutte le furie e in piena notte l'ha tempestata di chiamate al cellulare, perché da un po' di tempo la ragazzo aveva bloccato ogni contatto con lui sui profili social proprio per evitare di essere assillata. Dopo le telefonate, il 30enne ha pensato che fosse il caso di presentarsi ancora sotto il portone da lei. Voleva incontrarla in piena notte, come se fosse sua: un'idea distorta chiarita ancora una volta dai militari del Radiomobile che lo hanno portato via in manette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'anziana che ha "truffato" i truffatori: così una 87enne ha fatto arrestare la "nipote" a Milano

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

  • Covid, Lombardia terzultima in Italia per contagi: "Si è creata una sorta di immunità"

  • Torna l'ora solare: come e quando spostare le lancette dell'orologio per cambiare l'ora

  • 'Milanese' bloccato in Argentina per il coronavirus muore assassinato: addio a Lucas

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento