Lunedì, 17 Maggio 2021
l Presidente dell’Associazione, dottor Alessandro Frigiola con Kris Reichert, dj di Radio 105, e Marco Di Terlizzi, vice presidente dell’Associazione
Cronaca

Beneficenza: 15 mila euro per i bambini cardiopatici

La cena di gala dell'Associazione bambini cardiopatici nel mondo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Ammonta a più di 15.000 euro la cifra raccolta in favore dell’associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo nel corso dell’annuale cena di gala cucinata dallo chef Carlo Cracco. Durante la serata, che si è svolta alla Triennale a Milano, si sono chiuse le aste online organizzate da Charitystars: sul portale sono stati proposti oggetti personali ma anche esperienze da vivere con personaggi del mondo della musica, dello sport, dello spettacolo e dagli sponsor, che sostengono la onlus impegnata da oltre 20 anni nei Paesi in via di sviluppo per la cura delle cardiopatie congenite in età pediatrica.

Alla serata di gala hanno hanno partecipato, insieme ai vertici dell’Associazione, i professori Alessandro Frigiola (presidente) e Silvia Cirri (vice presidente), anche alcune delle personalità che hanno donato i premi e altri volti noti, tra cui Kris R., Saturnino, Enzo Decaro, Mario Lavezzi, Gabriella Simoni, Sergio Pappalettera, Annamaria Bernardini de Pace, Alessandra Viero e lo stesso Cracco. I presenti erano in tutto 230.

Con i fondi raccolti sarà finanziato il progetto “Cuore per l’Africa” per creare un network cardiochirurgico tra Senegal, Camerun e Congo presidiato da medici e infermieri formati da Bambini Cardiopatici nel Mondo e basato sulle strutture operatorie create recentemente dalla onlus, come il Cardiac Center di Shisong, e quelli di prossima realizzazione, come il futuro centro di Dakar, la cui prima pietra è stata posta lo scorso giugno.

Ma l’azione umanitaria non sarà diretta solo alla zona centro – occidentale del “Continente Nero”: per il 2015, sono in programma missioni in Romania, Etiopia e borse di studio per medici e infermieri di Kurdistan e Siria presso l’IRCCS Policlinico San Donato per far fronte alle gravi conseguenze sanitarie causate dalle crisi che imperversano in quei Paesi e che rendono al momento impossibile l’organizzazione di missioni medico - chirurgiche.

Durante la serata, il professor Alessandro Frigiola ha ripercorso le tappe principali delle attività per il 2014 e presentato il programma per il 2015, reso possibile anche grazie alle migliaia di sostenitori che supportano costantemente Bambini Cardiopatici nel Mondo nel corso dell’anno, con le donazioni spontanee, gli sms, il 5 per mille e le tante iniziative a sostegno che si ripetono durante l’anno e che sono descritte sul sito dell’Associazione: www.bambinicardiopatici.it.

A fine 2015, l’attività di Bambini Cardiopatici nel Mondo avviata nel 2013, in collaborazione con l’IRCCS Policlinico San Donato, avrà promosso il finanziamento di 71 borse di studio per medici e infermieri di Paesi in via di sviluppo e 50 missioni medico – chirurgiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beneficenza: 15 mila euro per i bambini cardiopatici

MilanoToday è in caricamento