menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Berlusconi

Berlusconi

Berlusconi, ancora controlli al cuore al San Raffaele

Le "sue condizioni sono buone". Gli esiti degli accertamenti, dopo l'operazione di qualche mese fa, "sono soddisfacenti"

Silvio Berlusconi si è trattenuto per qualche ora, domenica 27 novembre, al San Raffaele per diversi controlli medici. Le sue condizioni non destano preoccupazione. "Bene bene, mi hanno detto che è tutto a posto", ha detto l'ex premier.

Lo scorso giugno, infatti, Berlusconi si era dovuto operare al cuore per la sostituzione della valvola aortica. L'intervento era stato effettuato dal professor Ottavio Alfieri, che al San Raffaele è primario dell'Unità Operativa di Cardiochirurgia. Al suo fianco anche Alberto Zangrillo, primario dell'Unità di Anestesia e Rianimazione dell'ospedale. 

L'esito era stato positivo. Sempre domenica, mentre lasciava il nosocomio, a chi gli ha chiesto se sia definitiva la sua decisione di candidarsi come leader del centrodestra alle prossime elezioni politiche, ha detto: "Bisogna aspettare ancora un pò e poi lo deciderò. Sarà dopo il 4 dicembre". Attraverso una nota, il professor Alberto Zangrillo ha commentato il breve ricovero dell'ex presidente del Consiglio: "Ormai più di vent'anni fa, la più straordinaria Formula 1 mai concepita iniziò a gareggiare e vincere. Qualche mese fa abbiamo sostituito un pezzo importante del motore. Ora, in qualità di capo meccanico, devo consigliare prudenza e fare qualche test in più. Resta comunque la macchina più competitiva ed efficiente anche perché, nonostante la ricerca e lo studio, non c'è ad oggi niente che sia paragonabile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento