Cronaca

Processo Ruby, Berlusconi: «Le ragazze si esercitavano per gare di burlesque»

Lo ha affermato il presidente del Consiglio, imputato a Milano per il processo Ruby: è accusato di favoreggiamento della prostituzione

Berlusconi è stato venerdì in tribunale a Milano, dove l'ex premier è imputato per il processo Ruby, accusato di favoreggiamento della prostituzione. 

Berlusconi al processo Ruby

Non ci sono foto disponibili.

Il fondatore del Pdl, rispondendo a chi gli ha fatto notare che sono stati accertati nuovi bonifici di versamenti in denaro alle ragazze ospiti ad Arcore e testimoni nel processo ha affermato: "Sì, sto mantenendo tutte le ragazze che si sono viste rovinate dalla Procura".

L'ex premier ha sottolineato che hanno perso il lavoro, "hanno perso il fidanzato e forse non lo troveranno più" e fatto notare come in alcuni casi i genitori delle giovani "hanno chiuso il loro esercizio commerciale". L'ex premier ha sottolineato insomma come una trentina di ragazze si sono vista la vita "rovinata" dal processo in quanto hanno avuto "come unico torto accettare un invito a cena da me".

Il passato presidente del Consiglio, poi, ha sottolineato come a casa sua si tenevano solo "cene eleganti" e che dopo cena si scendeva al piano sottostante in un locale "che era la vecchia discoteca dei miei figli" e a chi gli ha fatto notare che le ragazze facevano spettacoli con travestimenti da poliziotta e altro, Berlusconi ha sottolineato "facevano gare di burlesque e si esercitavano". L'ex presidente del Consiglio ha parlato di atmosfera di "gioiosità, serenità e simpatia".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Ruby, Berlusconi: «Le ragazze si esercitavano per gare di burlesque»

MilanoToday è in caricamento