menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine repertorio

Immagine repertorio

Milano, sale sull'altare durante la messa e urla una bestemmia a squarciagola: arrestato

È successo nella chiesa della parrocchia Beata Vergine Immacolata di Viale Corsica

È salito sull'altare mentre il parroco stava celebrando la messa dell'epifania. Prima ha insultato i fedeli, poi ha urlato una bestemmia a squarciagola. L'epilogo? Una multa e le manette. È successo nella serata di lunedì 6 gennaio nella chiesa della parrocchia Beata Vergine Immacolata e Sant'Antonio di Viale Corsica a Milano, nei guai un egiziano di 20 anni già noto alle forze dell'ordine. La notizia è stata resa nota dalla Questura di Milano.

Video, novità e molto altro: iscriviti al canale YouTube di MilanoToday

Tutto è accaduto due minuti prima delle 18 quando alcuni parrocchiani hanno chiesto l'intervento delle forze dell'ordine per la presenza di un "soggetto molesto" e sul posto sono intervenuti gli agenti di via Fatebenefratelli. Il 20enne, come riferito dalla polizia, aveva insultato i fedeli dicendo che erano dei figli di tr... e che potevano andare a fare in cu..., poco dopo ha chiuso il cerchio salendo sul pulpito e urlando una bestemmia.

Il 20enne ha opposto resistenza agli agenti e per questo sono scattate le manette. Non solo: durante la perquisizione personale gli sono stati trovati addosso anche alcuni grammi di droga e per questo è stato accusato anche di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.Il 20enne, inoltre, dovrà pagare una sanzione amministrativa di 102 euro per aver bestemmiato. La legge, attraverso l'articolo 724 del codice penale (sanzione depenalizzata nel 1999), punisce chiunque pubblicamente bestemmia, con invettive o parole oltraggiose, contro la Divinità, illecito punito con una "multa" che varia da 51 a 309 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento