Milano, tirava le donne per i capelli, le colpiva per rapinarle e fuggiva in bici: preso 17enne

Il complice è stato denunciato in stato di libertà alla Procura di Milano visto il ruolo marginale

Repertorio

Nel mese di maggio aveva aggredito due donne, picchiandole con violenza e rapinandole. La dinamica era sempre la stessa, le seguiva in bici e quando erano da sole, le sbarrava la strada e passava all'azione. In un caso c'era anche un complice a fare da 'palo'. I carabinieri della Stazione di Cassano d’Adda (Milano) lo hanno arrestato nel fine settimana. Lui è un 17enne del posto, incensurato, destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare del collocamento in comunità emessa dal Tribunale per i minorenni di Milano per il reato di “rapina aggravata”.

Il provvedimento scaturisce dalle indagini dei militari dell’Arma relative a due rapine consumate a maggio, che avevano molto scosso le comunità locali per l’efferatezza delle violenze.

Rapina una donna, le tira i capelli e la prende a pugni

Il primo del mese, il minore, in sella ad una bicicletta, aveva bloccato la strada a una 27enne di origine albanese, strappandole la borsa e la collanina in oro dal collo. Nonostante la strenua resistenza della donna, il giovane rapinatore le aveva tirato i capelli, colpendola con diversi pugni al volto, riuscendo infine a impossessarsi del portafoglio con 600 euro e sfilarle la fede nunziale. Il 'colpo' era stato portato a termine davanti a un amico 19enne, che aveva fatto da 'palo'.

La seconda rapina violenta contro una donna

Il successivo 6 maggio, il 17enne aveva commesso un'altra rapina a Inzago (Milano) contro una 38enne del posto. Anche in quell’occasione, dopo averle sbarrato la strada con la bicicletta, aveva prima intimato alla vittima di consegnare la borsa, salvo poi afferrarle con forza i capelli e strapparle di dosso la borsa dopo il rifiuto della 38enne.

Grazie alle descrizioni fornite, gli investigatori hanno rapidamente indirizzato le indagini sui due giovani, riconosciuti con certezza dalle vittime mediante individuazione fotografica. Al termine delle operazioni, il 17enne è stato portato in una comunità per minorenni di Milano, mentre il complice è stato denunciato in stato di libertà alla Procura di Milano stante il ruolo marginale nelle rapine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

Torna su
MilanoToday è in caricamento